Come portare con te i dati

Vuoi scaricare i tuoi dati personali sul tuo computer o trasferirli a un altro fornitore? Come spiegano Stephan Micklizt e Greg Fair di Google, entrambe le operazioni sono possibili

Micklitz, Fair, voi siete i responsabili di Google Takeout. A che cosa serve esattamente?

Stephan Micklitz, Director of Engineering del team di Google responsabile della privacy e della sicurezza: "Google Takeout consente, ad esempio, di scaricare sul proprio computer foto, contatti, email, elementi del calendario o file musicali archiviati su Google Drive o di trasferirli ad altri fornitori".

Greg Fair, Product Manager di Google Takeout: "Mia moglie ed io abbiamo due bambini e, come molti genitori, abbiamo molte foto che li ritraggono. 600 gigabyte di foto, per la precisione. Quando il disco rigido che conteneva tutte queste foto ha smesso di funzionare, sono stato molto contento di averle salvate tutte anche su Google Foto. Ho quindi potuto usare Google Takeout per scaricare le fotografie su un nuovo disco rigido".

Greg Fair
Smartphone

Greg Fair, Product Manager di Google, è il responsabile di Google Takeout che consente agli utenti non solo di scaricare i loro dati da Google, ma anche di trasferirli ad altri fornitori.

In che modo le persone utilizzano Takeout?

Fair: "Principalmente per effettuare il backup di tutti i dati che sono archiviati su Google Drive".

Micklitz: "Il che è in qualche modo irragionevole, poiché quei dati sono molto più al sicuro su Google Drive che sulla maggior parte dei nostri dispositivi di archiviazione di casa".

Fair: "A casa, il gatto potrebbe fare pipì sul disco rigido o i bambini potrebbero romperlo, oppure potrebbe verificarsi un incendio. In Google, ogni file viene archiviato diverse volte su server differenti. La sicurezza non potrebbe essere maggiore".

Come mai, allora, effettui ancora i tuoi backup anche su un disco rigido?

Fair: "Perché mia moglie utilizza dei programmi per modificare le immagini e non è molto pratico che queste immagini siano memorizzate nel cloud".

"In Google, ogni file viene archiviato diverse volte su server differenti. La sicurezza non potrebbe essere maggiore."

Greg Fair

Capisco.

Micklitz: Io, ad esempio, non uso programmi di quel tipo, eppure salvo comunque copie di backup di tutte le mie foto su un disco rigido. Sono i miei dati, quindi voglio averne una copia fisica.

Qual è il motivo di questo comportamento "irragionevole" da parte tua?

Micklitz: Abbiamo una connessione molto personale ed emotiva con le foto. Sono legate a moltissimi ricordi. Come utente, non voglio trovarmi nella posizione di affidarmi a una sola società per tenere al sicuro le mie foto, anche se è quella per cui lavoro. Ecco perché servizi di portabilità come Google Takeout sono così importanti: danno agli utenti la possibilità di recuperare i loro dati in qualsiasi momento, anche se si trovano nel cloud.

Da quando la portabilità è un argomento importante per Google?

Fair: "Da oltre un decennio. Abbiamo iniziato sviluppando servizi di portabilità dei dati individuali. Poi, nel 2011, Google ha lanciato la sua soluzione centralizzata: Takeout. Da allora abbiamo integrato sempre più servizi Google e oggi Takeout ne supporta oltre 40".

Mentre molti utenti scaricano i propri dati sul computer, raramente li trasferiscono ad altri servizi. Perché esiste questo squilibrio?

Fair: "Oggi gli utenti possono trasferire i dati da Google a Dropbox, Box o Microsoft Office 365 e viceversa, ovviamente. Molti dei nostri concorrenti non offrono ancora questa possibilità. Per cercare di modificare questa situazione, abbiamo lanciato l'iniziativa Data Transfer Project nel 2017 e abbiamo annunciato ufficialmente il progetto nel luglio del 2018. Si tratta di un progetto open source che fornisce alle società codice libero per le funzioni di portabilità, consentendo un trasferimento di dati senza soluzione di continuità da un servizio a un altro".

Micklitz: "Pensiamo a una startup che sviluppa un nuovo servizio di valore. Sarebbe troppo costoso per una piccola società creare una propria soluzione di portabilità. In questo modo, può usare Data Transfer Project e trasferire i codici corrispondenti nel proprio software".

Stephan Micklitz (a destra) è Director of Engineering responsabile della privacy e della sicurezza globali per Google. Ha studiato informatica presso la Technical University di Monaco e lavora nella sede di Google della città tedesca dalla fine del 2007.

In che modo è vostro interesse che io passi a un altro fornitore?

Fair: "Vogliamo che gli utenti utilizzino i servizi Google perché sono i migliori, non perché ritengono di non poter usare i loro dati altrove".

Il Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR), in vigore da maggio 2018, contiene disposizioni in materia di portabilità dei dati. Avete dovuto personalizzare lo strumento di download dei dati per rispettarle?

Fair: "Quando abbiamo letto per la prima volta il regolamento nel 2016, abbiamo capito che stavamo già facendo un buon lavoro in termini di portabilità. Già allora stavamo lavorando attivamente sull'argomento da un po' di tempo".

Micklitz: "Crediamo che sia un bene che questo argomento stia finalmente ricevendo l'attenzione che merita. Al momento, la portabilità è ancora un'area di nicchia che non interessa a molti utenti, ma crediamo che questo cambierà nel giro di pochi anni".

"I miei figli dovrebbero avere delle istantanee della loro infanzia, proprio come le ho io."

Stephan Micklitz

Perché?

Micklitz: "Le persone hanno iniziato da poco ad archiviare i propri dati nel cloud. Ma immaginiamo che una società faccia bancarotta e che i dati di qualcuno siano archiviati sui suoi server. Questo qualcuno vorrebbe essere certo di poter recuperare tali dati. Questo ha anche a che vedere con la durabilità dei dati. I miei figli dovrebbero avere delle istantanee della loro infanzia, così come io posso guardare le foto ingiallite dei miei genitori".

Volete che le foto digitali abbiano la stessa durabilità di quelle analogiche?

Micklitz: "Sì. Questo riguarda anche la protezione dei dati in senso ampio, ad esempio la possibilità per me di utilizzare ancora i dati che archivio oggi tra 50 anni".

Fotografie: Conny Mirbach

Scopri come Google contribuisce a proteggere tutti gli utenti quando sono online.